• AMMORE E MALAVITA

    AMMORE E MALAVITA

    Regia di Antonio Manetti, Marco Manetti. con Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini, Carlo Buccirosso, Raiz, Franco Ricciardi. Italia, durata 134 minuti. I fratelli Manetti hanno giocato d'azzardo e hanno vinto. Il loro film è divertente e piace. Musica, danza, pittura, scultura, narrazione, teatro, cinema, recitazione si fondono in maniera indistinta e primordiale nella sceneggiata sentimentale dei Manetti, liberando a pieno campo la creatività da ogni forma di costrizione dei singoli mezzi espressivi.
  • L’UOMO DI NEVE

    L’UOMO DI NEVE

    Regia di Tomas Alfredson. Un film con Michael Fassbender, Rebecca Ferguson, Charlotte Gainsbourg, J.K. Simmons, Gran Bretagna, Quarta indagine del detective Harry Hole, L'uomo di neve, nato dalla penna di Jo Nesbø nel 2007, segna la prima apparizione cinematografica del poliziotto di Oslo e gli attribuisce le fattezze di Michael Fassbender, irlandese di origine tedesca. Hole dovrà andare a caccia di un assassino seriale, che colpisce le donne sposate con un figlio, e lascia la sua firma sotto forma di un inquietante pupazzo di neve.
  • DOVE NON HO MAI ABITATO

    DOVE NON HO MAI ABITATO

    Regia di Paolo Franchi. Un film con Emmanuelle Devos, Fabrizio Gifuni, Giulio Brogi, Italia, durata 97 minuti. Francesca, cinquant'anni, è l'unica figlia di Manfredi, un famoso architetto che da quando è vedovo abita a Torino e che lei va a trovare solo in rare occasioni. Francesca da molti anni vive a Parigi con la figlia ormai adolescente e con il marito Benoît, un finanziere sulla sessantina dal carattere introverso ma molto protettivo e paterno con lei. Dopo essere stato vittima di un infortunio domestico, Manfredi, per avere per un po' di tempo la figlia al suo fianco a Torino. Un film di caratteri, di attori. Un'atmosfera autunnale. Una narrazione lineare, naturalistica . Un film riconciliato e non ossessivo. Un film tradizionale che non vuol dire "non personale". Tutt'altro: ho cercato di mettere a servizio il mio stile al genere "sentimentale", nel senso più nobile del termine.
  • BRUTTI E CATTIVI

    BRUTTI E CATTIVI

    Regia di Cosimo Gomez. Un film con Claudio Santamaria, Marco D'Amore, Sara Serraiocco, - Italia, Belgio, Francia durata 87 minuti Gomez, come i fratelli Farrelly, ci fa incontrare i suoi protagonisti degradati e volgari Chi si accosta alla visione del film deve innanzitutto liberarsi da un pregiudizio che potrebbe originare da una tendenza piuttosto invalsa alla ricerca del politically correct (almeno al cinema): Gomez non ha alcuna intenzione, neppure remota, di deridere le disabilità che porta sullo schermo. Gli servono semmai per ricordarci che siamo tutti diversi e, ognuno a suo modo, disabile nell'intimo e che può accadere che tutto ciò si risolva in un cinismo totale nei confronti dell'umanità che ci circonda
  • MANIFESTO

    MANIFESTO

    Omaggio alla tradizione e alla bellezza letteraria dei manifesti artistici, in cui Cate Blanchett interpreta ben 13 personaggi diversi: ogni personaggio uno scenario, ogni scenario un movimento letterario o politico celebrato attraverso intensi monologhi e splendide immagini.
  • ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE

    ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE

    Situata nel cuore di Covent Garden, la Royal Opera House è uno dei luoghi più importanti della cultura inglese ed è universalmente riconosciuta come uno tra i palcoscenici più prestigiosi al mondo.Seguiamo Alice nella tana del coniglio nell'esuberante balletto di Christopher Wheeldon ispirato all'amato romanzo di Lewis Carroll.
  • LA FORMA DELLA VOCE

    LA FORMA DELLA VOCE

    un coraggioso e poetico lungometraggio diretto da una delle voci delle rare registe giapponesi, Naoko Yamada, che racconta con delicatezza e pudore le difficoltà di Shoko Nishimiya, una ragazzina vittima del bullismo di un coetaneo, a sua volta vittima di altri compagni. Il film è tratto dall'omonimo manga di Yoshitoki Oima, pubblicato in Italia da Stat Comics. Dopo essersi posizionato come uno dei maggiori incassi della scorsa stagione cinematografica giapponese, è stato presentato con successo al Future Film Festival 2017.

image009.jpgLa nuova stagione NEXO ANIME debutterà a settembre con IN QUESTO ANGOLO DI MONDO (19 e 20/9), il film record di incassi in Giappone e vincitore della 40a edizione del Japan Academy Prize e del Premio della Giuria al Festival d'Annecy e proseguirà a ottobre con LA FORMA DELLA VOCE (24,25/10), delicata e commovente opera della regista Naoko Yamada che ha conquistato il botteghino e il cuore del pubblico giapponese. Proporremo infine a novembre NEVER ENDING MAN: HAYAO MIYAZAKI (14/11), il documentario sul Maestro Miyazaki, il genio creativo dello Studio Ghibli che ha rivoluzionato la storia dell’animazione mondiale.

Giunto al suo quinto appuntamento, il calendario degli anime al cinema si conferma come un vero e proprio fenomeno, con un pubblico attento e affezionato a decretarne l’incredibile successo.

Contiamo come sempre sulle vostre adesioni per rendere anche questa stagione indimenticabile.

In questo angolo di mondodiSunao Katabuchi, uno degli anime più amati e premiati di tutto il 2016, ha raccolto oltre2 milioni di spettatori solo in Giapponerivelandosi un enorme successo di pubblico e critica. Tratto dal manga di Fumiyo Kouno uscito sulla rivistaWeekly Manga Action, il film racconta la storia di Suzu Urano a Kure,Hiroshima, durante la Seconda Guerra Mondiale. La protagonista è infatti una giovane giapponese, sognatrice e piena di vita, che va in sposa a un dipendente del Ministero della Giustizia nella città di Kure subito prima dello sgancio della bomba atomica, nei drammatici giorni del conflitto che ha segnato in maniera profonda e indelebile la storia del Giappone. Il film ha vinto il prestigioso premio “Animation of the Year” alla 40a edizione delJapan Academy Prize, i cosiddettiPremi Oscar Giapponesi, gareggiando contro giganti comeYour NameeOne Piece Film Gold. In giugno si è anche aggiudicato ilprestigioso Premio della Giuria al Festival d'Annecy.

La forma della voce è un coraggioso e poetico lungometraggio di una delle rare registe giapponesi, Naoko Yamada, che racconta con delicatezza ma senza pietismo le difficoltà di Shoko Nishimiya, una ragazzina non udente, vittima del bullismo del suo compagno Shoya, in seguito anche lui preda di altri coetanei. Il film è tratto dall’omonimo manga di Yoshitoki Ōima, pubblicato in Italia da Star Comics.

Dopo essersi posizionato come uno dei maggiori incassi della scorsa stagione cinematografica giapponese, il film è stato presentato con successo al Future Film Festival 2017.

Never Ending Man: Hayao Miyazaki è il documentario su uno dei più grandi narratori di sempre, autore di capolavori come Nausicaä della Valle del vento, Il mio vicino Totoro, Il castello errante di Howl, Si alza il vento, Ponyo sulla scogliera e La collina dei papaveri. Nel settembre del 2013, Miyazaki annunciò il suo ritiro dal mondo del cinema d’animazione ma non poté trattenere il suo inarrestabile desiderio per la creazione. Il regista della NHK, Kaku Arakawa, che lo ha seguito per oltre 10 anni, ha documentato con un approccio intimo e delicato, il riavvicinamento del maestro al mondo dell’animazione, stavolta col supporto di giovani animatori di CGI.

Al Nuovo

DOVE NON HO MAI ABITATO

Dal 19 Ottobre

DOVE NON HO MAI ABITATO

 LOVING VINCENT

il 16 17 18 Ottobre

LOVING VINCENT

AMMORE E MALAVITA

Dal 19 Ottobre

AMMORE E MALAVITA

BLOW  UP

Solo Lunedì 9 10 11 Ottobre

BLOW UP

All'Astoria

L’UOMO DI NEVE

ALL'ASTORIA DAL 12 OTTOBRE

L’UOMO DI NEVE

 BRUTTI E CATTIVI

ALL'ASTORIA DAL 19 OTTOBRE

BRUTTI E CATTIVI

 LOVING VINCENT

il 16 17 18 Ottobre

LOVING VINCENT

logos.001